Father and Son

Father and Son

Produzione: Teatro dell'Archivolto

Regia: Giorgio Gallione

Testo: Tratto da "Gli Sdraiati" e "Breviario Comico" di Michele Serra

Scene e Costumi: Guido Fiorato

Luci: Aldo Mantovani

Musiche: Paolo Silvestri

Interpreti: Claudio Bisio, Laura Masotto (violino) e Marco Bianchi (chitarra)

Prodotto dal Teatro dell’Archivolto di Genova, lo spettacolo ha debuttato al prestigioso Ravenna Festival nel 2014 ed è giunto alla terza tournée teatrale. È il flusso di coscienza di un padre, attento ma spaesato di fronte all’invasione tecnologica, preoccupato per il futuro e il lavoro del figlio, che vorrebbe capire il ragazzo e capire se stesso.

Father and Son, scrive Gallione, «racconta uno dei possibili, difficili, complicati, dolcissimi rapporti tra un padre e un figlio adolescente, radiografato senza pudori e con un linguaggio in continua oscillazione tra l’ironico e il doloroso, tra il comico e il tragico. È una riflessione su questo presente inceppato e sul futuro dei nostri figli, sui concetti di libertà e di autorità, che rivela in filigrana una società spaesata e in metamorfosi, ridicola e zoppa, verbosa e inadeguata. Una società di “dopo-padri”, educatori inconcludenti e nevrotici, e di figli che preferiscono nascondersi nelle proprie felpe, sprofondare nei propri divani, circondati e protetti dalle loro protesi tecnologiche, rifiutando o disprezzando il confronto».

Anna Bandettini, recensendo lo spettacolo per “Repubblica”, ha scritto: «Il regista ha fatto un ottimo lavoro, lasciando anche spazio alla bella partitura musicale di Paolo Silvestri. Claudio Bisio trova equilibrio e misura nel cogliere in questo papà il lato ironico e eroico, senza farne una maschera, impotente di fronte a quei silenzi, buffamente servile verso il figlio sdegnoso. In chiara complicità col personaggio, come buona parte della platea che alla fine canta con Cat Stevens Father and Son».

Potete trovare maggiori informazioni e materiale sullo spettacolo qui.

Immagini

Allegati/Varie