«Beautiful day»

Sono le sette. Suona la sveglia. Devo preparare la colazione per i bimbi (dodici e quattordici anni). Mia figlia mi dice sorridendo: “Papi, resta a letto, te la preparo io la colazione, intanto finisci la partita a Subbuteo con chicco”
Mio figlio palesemente mi fa vincere, poi sorridendo si prepara la cartella.
“Dov’è la mamma?” chiedo io preoccupato di non aver sentito nessuna reazione.
“Ma come, non ti ricordi? E’ in Grecia con un’amica, torna la settimana prossima. Ciao papi, noi andiamo a scuola!”
Torno a letto. Mi riaddormento. Mi risveglio giusto in tempo per il pranzo, poi preso dai sensi di colpa decido di fare qualche addominale non prima di essermi sottoposto al crudele esame dello specchio ma con mia grande sorpresa mi ritrovo una tartaruga al posto dell’addome. Penso subito di aver fatto nel sonno determinati movimenti che hanno inconsapevolmente scolpito i miei addominali, poi mi rendo conto che ho proprio una tartaruga sulla pancia, di plastica. E’ la boule dell’acqua calda con cui vado a letto ormai da un paio d’anni.
Rasserenato esco a prendere il giornale, con l’inserto.
Corro a casa, metto l’inserto nel lettore dvd… non entra. Per forza, è un libro di architettura. Lo sfoglio, contiene in omaggio un cd in cui alcuni famosi architetti reinterpretano i Led Zeppelin con strumenti da cantiere. Mitico.
Mi rinfilo sotto le coperte e ascoltando Starway to heaven suonato con bolla, squadra e pantografo, sfoglio il giornale.
Notizia di apertura: Berlusconi ottiene la pace in medioriente, gli ultimi territori contesi verranno assegnati in una gara di barzellette.
Di spalla destra: con il surplus di entrate erariali dovute alla quasi totale scomparsa dell’evasione fiscale, verrà finanziato il tempo pieno e i corsi di aggiornamento per gli insegnanti. Ma se un ragazzo lo vuole può stare a casa e dare solo esami trimestrali. A partire dall’asilo.
Di taglio basso: il Milan, dopo aver vinto scudetto, coppa italia e champions, conferma il ritorno di Kakà.
Mi faccio un ulteriore pisolino sognando Beckam e Kakà e Pato e Ronaldino fare catenaccio sul tre a zero nel derby.
Ah scusate! … Non siamo su scherzi a parte?